Italian Open 2020

Gran Finale Emir Cup, assegnati i Trofei di Skeet e Trap

Rossi: Italia eccellenza nel mondo. Alle finali anche la Governatrice Tesei

 Luciano rossi, Elia Sdruccioli e la Governatrice dell'Umbria Donatella Tesei
7/30/20 - Massa Martana (PG) – La Emir Cup ha incoronato le sue Regine ed i suoi Re, assegnando i Trofei per lo Skeet e la Fossa Olimpica e chiudendo ufficialmente l’Italian Opern 2020. Nello Skeet Maschile ha vinto uno stellare Elia Sdruccioli (Esercito). Entrato in finale con un quasi perfetto 124/125, ha dovuto spareggiare con l’olimpionico di Rio 2016 Gabriele Rossetti (Fiamme Oro) per l’assegnazione del dorsale. Dopo un lunghissimo ed estenuante duello Sduccioli si è preso il numero 1 con +59 a +58 (praticamente una finale, ndr). Nella corsa alle medaglie è stato altrettanto brillante e, dopo aver polverizzato 56 dei 60 piattelli a sua disposizione, si è trovato in un secondo spareggio, questa volta con Domenico Simeone (Fiamme Oro) per aggiudicarsi l’oro o l’argento. Con un altro colpo di reni si è assicurato l’oro con +4 lasciando all’avversario l’argento con +3, mentre la medaglia di bronzo è stata appannaggio di Matteo Chiti (Carabinieri) con 44/50. Un podio di stelle è stato quello della gara femminile. A meritarsi il massimo degli onori è stata Chiara Cainero (Carabinieri). La Campionessa Olimpica di Pechino 2008 e argento a Rio 2016 ha centrato l’oro battendo con l’ottimo score di 58/60 a 56/60 la slovacca Danka Bartekova, medaglia di Bronzo a Londra 2012 e Membro del Comitato Olimpico Internazionale, che ha chiuso questa parentesi italiano con un meritato argento. Sul podio per la medaglia di bronzo Diana Bacosi, Campionessa Olimpica a Rio 2016 e Campionessa del Mondo in carica, salita sul terzo gradino con 46/50. Cainero e Bacosi, insieme a Martina Bartolomei, hanno conquistato anche l’oro a squadra grazie al punteggio totale di 368/375, uno in più dei colleghi uomini. Passando al Trap, al maschile l’oro se lo è meritato con molta grinta Mattia Sardi (Fiamme Azzurre) primo sul podio con 44/50 davanti a Riccardo Faccani (Fiamme Azzurre), d’argento con 42/50. La medaglia di bronzo, invece, se l’è messa al collo Alessandro Esposito (Fiamme Azzurre) con 34/40. Sardi è tornato sul podio per celebrare l’oro anche nella gara a squadre, condividendo la vetta con Alessandro Belli (Fiamme Oro) e Giulio Nelli (Fiamme Oro), autori di un totale 356/375. Nella gara femminile a sollevare il trofeo della Emir Cup è stata Isabella Cristiani (Marina Militare) protagonista di un duello all’ultimo piattello con Alessandra Della Valle. Le due hanno chiuso la fiale con un identico 39/50 e hanno proseguito la sfida nello spareggio, vinto dalla Cristiani con un poderoso +5 a 4. Di bronzo Valeria Raffaelli (Fiamme Oro) con 30/40. Nel Mixed Team di Trap l’oro se lo sono meritati Sofia Littamè (Fiamme Oro) e Lorenzo Soldati (Fiamme Oro), vincitori del medal match per la vetta della classifica in cui hanno affrontato Isabella Cristiani (Marina Militare) e Alessandro Chianese (Marina Militare), regolati con lo score di 39/50 a 35/50. Terza la coppia formata da Valeria Raffaelli (Fiamme Oro) e Alessandro Belli (Fiamme Oro) con un ottimo 45/50. Si chiude così l’Italian Open 2020 di Trap e Skeet che ha portato in Italia 250 tiratori provenienti di 9 nazioni. “Con questa manifestazione il nostro Paese si è dimostrato, ancora una volta, capofila di questo sport a livello internazionale – ha commentato il Presidente Luciano Rossi che ha accolto nell’impianto tuderte la Governatrice dell’Umbria Donatella Tesei – L’agonismo internazionale è ripartito in piena sicurezza proprio da una delle Nazioni più colpite dalla pandemia, a dimostrazione che possiamo praticarlo rispettando tutte le regole necessarie per interrompere la catena del contagio e contribuendo a far ripartire anche l’economia. Complimenti ai tiratori che si sono distinti ma anche alla mia terra, l’Umbria, che ha saputo accoglierli nel migliore dei modi”. RISULTATI Skeet Men: 1° Elia SDRUCCIOLI (ITA) 124/125 (+59) – 56/60 (+4); 2° Domenico SIMEONE (ITA) 123/125 (+18) – 56/60 (+3); 3° Matteo CHITI (ITA) 122/125 (+4) – 44/50; 4° Gabriele ROSSETTI (ITA) 124/125 (+58) – 35/40; 5° Erik PITTINI (ITA) 123/125 (+17) – 24/30; 6° Tammaro CASSANDRO (ITA) 123/125 (+3) – 17/20. Women: 1ª Chiara CAINERO (ITA) 122/125 – 58/60; 2ª Danka BARTEKOVA (SVK) 121/125 – 56/60; 3ª Diana BACOSI (ITA) 123/125 (+12) – 46/50; 4ª Martina BARTOLOMEI (ITA) 123/125 (+11) – 36/40; 5ª Simona SCOCCHETTI (ITA) 118/125 – 24/30; 6ª Francesca DEL PRETE (ITA) 119/125 – 10/20. Men Junior: 1° Giammarco TUZI (ITA) 111/125 – 54/60; 2° Marco COCO (ITA) 118/125 – 53/60; 3° Gabriele DI GIULIO (ITA) 113/125 – 40/50; 4° Daniele MARRONI (ITA) 113/125 – 34/40; 5° Riccardo MIGNOZZETTI (ITA) 120/125 – 22/30. Women Junior: 1ª Eleonora RUTA (ITA) 91/125. No ID number: 1° Alessio BAGNATO (ITA) 120/125 – 56/60; 2° Marco BECATTI (ITA) 116/125 – 55/60; 3° Ivano SANTUCCI (ITA) 117/125 – 45/50; 4° Sandro BELLINI (ITA) 124/125 – 32/40; 5° Riccardo MERIZIOLA (ITA) 118/125 – 24/30; 6° Giorgio FABRIS (ITA) 115/125 – 14/20. Squadre Maschili: 1^ ITALIA (Gabriele ROSSETTI – Tammaro CASSANDRO – Luigi Agostino LODDE) 367/375 Squadre Femminili: 1^ ITALIA (Diana BACOSI – Martina BARTOLOMEI – Chiara CAINERO) 368/375 Trap Men: 1° Mattia SARDI (ITA) 122/125 – 44/50; 2° Riccardo FACCANI (ITA) 121/125 – 42/50; 3° Alessandro ESPOSITO (ITA) 120/125 – 34/40; 4° Emanuele BUCCOLIERI (ITA) 120/125 – 29/35; 5° Teo PETRONI 8ITA) 122/125 – 23/30; 6° Lorenzo BURATTA (ITA) 121/125 – 19/25. Women: 1ª Isabella CRISTIANI (ITA) 114/125 – 39/50 (+5); 2ª Alessandra DELLA VALLE (ITA) 113/125 – 39/50 (+4); 3ª Valeria RAFFAELLI (ITA) 107/125 (+10) – 30/40; 4ª Martina DONNINI (ITA) 107/125 (+9) – 27/35; 5ª Carolina PAGANINI (ITA) 112/125 – 22/30; 6ª Fiammetta ROSSI (ITA) 109/125 – 17/25. Men Junior: 1° Matteo D’AMBROSI (ITA) 117/125 – 46/50; 2° Lorenzo SOLDATI (ITA) 117/125 – 43/50; 3° Samuele FAUSTINELLI (ITA) 116/125 (+1+1) – 37/40; 4° Valentino CURTI (ITA) 118/125 – 29/35; 5° Alberto FACCI (ITA) 118/125 – 24/30; 6° Piergiuseppe GAGGIOLI (ITA) 117/125 – 19/25. Women Junior: 1ª Gaia RAGAZZINI (ITA) 112/125 – 41/50; 2ª Sofia LITTAME’ (ITA) 115/125 – 40/50; 3ª Sofia SALINARO (ITA) 98/100 – 22/40; 4ª Sharyn DASSE’ (ITA) 104/125 – 21/30; 5ª Laura ZENI (ITA) 101/125 – 18/30; 6ª Valentina DOLCI (ITA) 101/125 (+1) – 12/25. No ID Number: 1° Carlo MANCARELLA (ITA) 120/125 – 47/50; 2° Diego MEONI (ITA) 116/125 – 44/50; 3° Raffaele GAMELLA (ITA) 109/125 (+1) – 31/40; 4° Francesco CIOCCA (ITA) 113/125 – 27/35; 5° Massimiliano GALLI (ITA) 109/125 (+1) – 22/30; 6° Franco FELICI (ITA) 118/125 – 17/25. Para-Trap-1: Davide FEDRIGUCCI 103/125. Para-Trap-2: Fabrizio CORMONS (ITA) 107/125. Para-Trap-3: Mirko CAFAGGI (ITA) 116/125. Veterani: Maurizio DONNINI (ITA) 98/125. Mixed Team Trap: 1^ Sofia LITTAME’ – Lorenzo SOLDATI (ITA) 139/150 (+2) – 39/50; 2^ Isabella CRISTIANI – Alessandro CHIANESE (ITA) 139/150 (+1) – 35/50; 3^ Valeria RAFFAELLI (ITA) – Alessandro BELLI (ITA) 138/150 (+3) – 45/50; 4^Alessandra DELLA VALLE – Alberto BRAMBATI (ITA) 138/150 (+2) – 40/50. Squadre Maschili: 1^ ITALIA (Mattia SARDI – Alessandro BELLI – Giulio NELLI) 356/375.

Stampa 
 
 
Gestgare.com
Banner di esempio
linea
  Modulistica

Gare
Tesseramento
Normative campi da tiro
Affiliazione
Contributi
Varia
Media

Rassegna stampa
Rivista Federale
Link

Federazioni
Società
Organi periferici
Scuola dello Sport
Varie
Privacy Disclaimer
Fed.ne Trasparente
Acquisizione Beni e Servizi
Web

Credits
Web Master
Scrivici
Area riservata
Copy  
linea
 
  Sito ufficiale del CONI  Sito ufficiale della Confederazione europea di tiro  Sito del Comitato Paralimpico Italiano  Sito ufficiale della FITASCI  Sito ufficiale della ISSF