Settore Giovanile

In 323 a Todi per il 2° Gran Premio 2019

Celebrato Lamberto Castellani, maestro dei maestri.Il Lazio primo nel medagliere

 
4/15/19 - Il 2° Gran Premio del Settore Giovanile non ha disatteso le aspettative e sulle pedane del Tav Umbriaverde-Todi di Massa Martana (PG) e del Tav I Moschettieri del Nera (TR) si sono concentrati 323 tiratori in erba provenienti da 19 Regioni. Malgrado la pioggia a corrente alternata che ha accompagnato la gara sin dalle prime battute, l’evento non ha mancato di trasformarsi nella consueta festa di colori e sportività. La giornata è iniziata con un momento celebrativo che lo Staff del Settore Giovanile Nazionale ed il Presidente Federale Luciano Rossi hanno tributato a Lamberto Castellani, maestro dei maestri, da sempre vicino ai giovani come istruttore e formatore della maggior parte dei quadri tecnici attualmente in servizio nella struttura della Fitav. “La passione, la dedizione e lo spirito di servizio dimostrato dal Maestro Castellani devono essere il nostro faro” ha commentato il Presidente Luciano Rossi, accompagnato nella premiazione dal Presidente del CONI Umbria Domenico Ignozza e dal Vice Presidente Fitav Paolo Fiori. Passando alla competizione, a Todi hanno gareggiato 276 specialisti di Fossa Olimpica. Tra gli Junior Maschili è stato il lombardo Samuele Faustinelli, oro grazie ad un ottimo 71/75 in qualifica ed un altrettanto pvalido 45/50 in finale che gli ha permesso di avere ragione dei veneti Piero Simeoni e Alessandro Pesce, rispettivamente d’argento con 72/75 e 42/50 e di bronzo con 70/75 e 31/40.. Tra le Junior Femminili a scalare il podio fino alla vetta è stata la veneta Sofia Littamè., la quale con 38/50 a 37/50 ha battuto di misura la laziale Machela Placidi costringendola alla piazza d’onore. Con loro sul podio anche la portacolori dell’Emilia Romagna Gaia Ragazzini con 28/40. Premiata con l’oro anche la prestazione del ligure Mirko Baccino che grazie al 24/25 concretizzato in finale si è messo al collo la medaglia più preziosa della classifica degli Allievi davanti al calabrese Manuel Rombo, secondo con 23, ed all’emiliano Giacomo Pavesi, terzo con 22. Tra le Allieve la più forte è stata la lombarda Chiara Di Pasquale con 23/25, salita sul podio davanti all’emiliana Liana Carera, d’argento con 21, ed alla corregionale Laura Zeni, di bronzo con 18 +1. Scorrendo la classifica delle Giovani Speranze Maschili, il primato lo ha conquistato il siciliano Fabrizio Fisichella con 23/25, davanti ai veneti Kevin Pivotto, secondo con 21 +1, e Davide Zanchetta, terzo con 21 +0. Grande soddisfazione anche per la piemontese Katia Lanzanova, migliore della classifica delle Giovani Speranze Femminili con 21 +1 ai danni della lombarda Valentina Dolce, seconda con 21 +0. Terza sul podio l’abruzzese Sveva Brollini con 19 +3. Infine, le ultime medaglie della Fossa Olimpica sono quelle conquistate dal lucano Pietro Bellusci, oro con 23, dal lombardo Francesco Tanfoglio, d0argento con 22 +6, e dal pugliese Andrea Cito, di bronzo con 22 +5 tra gli Esordienti, e dalla veneta Arianna Rossetto, oro con 21, dalla sarda Maria Teresa Giorgia Maccioni, d’argento con 19, e dalla pugliese Chiara Pignatelli, di bronzo con 18, nel comparto delle Esordienti Femminili. Per quanto riguarda lo Skeet, la cui gara è stata ospitata dall’impianto ternano del Tav I Moschettieri del Nera, a salire sulla vetta del podio degli Junior è stato il toscano Andrea Galardini, che dopo essere entrato in fiale con il punteggio di 68/75 si è lasciato tutti alle spalle con un ottimo 55/60. Con lui sul podio anche il compagno di regione Cristian Ghilli, secondo con 52, e dal campano Aniello Trinchese, di bronzo con 39/50. Tra le Junior Femminili la più forte è stata la laziale Giada Longhi, prima con 55/60 davanti alla friulana Giulia Basso, seconda con 45/60, ed alla toscana Sara Bongini, terza con 39/50 Passando al comparto Allievi, a tornare a casa con l’oro al collo è stato il marchigiano Gioele Carletti, primo con un perfetto 25/25, mentre dell’argento e del bronzo si sono dovuti accontentare il laziale Giammarco Tuzi con 22 +4 ed il campano Vincenzo Di Matteo con 22 +3. Infine, nel comparto degli Esordienti la meglio l’hanno avuto i laziali Marco Coco e Michele Poeta, primo con 22/25 e secondo con 19, mentre sul terzo gradino si è accomodato l’umrbo Riccardo Pagnotta con 16.. Premiata con l’oro anche la pugliese Giuliana Lippolis, unica Esordiente femminile iscritta alla gara, che in pedana ha totalizzato 19 punti. Facendo le somme, il Lazio risulta essere le prima Regione nel medagliere generale con 2 ori e 3 argenti, mentre il secondo posto pari merito lo hanno conquistato la Lombardia ed il Veneto con 2 ori, 2 argenti ed 1 bronzo. Il prossimo appuntamento è fissato per il 12 maggio sulle pedane pugliesi di Gioia del Colle (BA). Quale Regione si meriterà il primato nel medagliere?

Consulta il Medagliere   Stampa 
 
 
Gestgare.com
Banner di esempio
linea
  Modulistica

Gare
Tesseramento
Normative campi da tiro
Affiliazione
Contributi
Varia
Media

Rassegna stampa
Rivista Federale
Link

Federazioni
Società
Organi periferici
Scuola dello Sport
Varie
Privacy Disclaimer
Fed.ne Trasparente
Acquisizione Beni e Servizi
Web

Credits
Web Master
Scrivici
Area riservata
Copy  
linea
 
  Sito ufficiale del CONI  Sito ufficiale della Confederazione europea di tiro  Sito del Comitato Paralimpico Italiano  Sito ufficiale della FITASCI  Sito ufficiale della ISSF