All'Intersocietario d'Inverno di Trap

Vincono Carabinieri e La Contea

La Fedelissima svetta a Conselice, i siciliani a Marmore

 
13/03/18 - Non è un responso inatteso quello del Campionato invernale delle Società di Trap che ha visto svettare a Conselice i Carabinieri (nella foto) tra le formazioni dei Corpi dello Stato e dei sodalizi di Prima e Seconda categoria e che ha laureato invece a Cascata delle Marmore La Contea di Modica tra le squadre delle Società di Terza e Quarta categoria. Non è inatteso, perché le due formazioni si erano già distinte autorevolmente al Campionato delle Società di Fossa Olimpica del 2017: i portacolori della Fedelissima agli ordini di Antonio Campus sono i campioni in carica delle formazioni in divisa e i siciliani del coach-tiratore Adriano Avveduto nella stessa occasione conquistarono lo scudetto di Quarta categoria. La corsa al titolo congiunto delle formazioni dei Corpi dello Stato e delle Società di Prima e Seconda categoria è stata però tutt’altro che una passeggiata per i Carabinieri. Anche perché, in un confronto che all’impianto ravennate di Conselice vedeva in gara ventinove formazioni costrette a fronteggiare condizioni meteo proibitive, alcuni degli avversari più temibili, come l’Umbriaverde del Presidente Giuliano Proietti e il Concaverde del coach Roberto Armani (ma anche la squadra di Pisa di capitan Tommaso Pesucci, tanto per fare un altro esempio) sono stati ampiamente in corsa per il titolo fino all’ultima frazione di gara. È vero però che Antonio Campus ha saputo mettere sul tavolo le sue carte migliori proprio nel momento in cui era necessaro dare definitiva concretezza al talento collettivo del team. Jacopo Cipriani, l’Eccellenza del gruppo, è stato autore di una gara superba: il suo 98/100 (con l’en-plein dell’ultima frazione) è stato davvero determinante per la vittoria, ma un contributo altrettanto fondamentale per il successo lo hanno dato il giovane Daniele Flammini (94), Carlo Alberto Zandomeneghi (89), Jessica Tosti (88), David Nardone (87) e Raffaele Gammella (74). I Carabinieri hanno concluso la gara di Conselice con il totale di 530/600 e hanno tagliato il traguardo per primi staccando Umbriaverde di tre lunghezze. Il 527 totalizzato dagli umbri Oronzo Rochira, Stefano Pennoni, Franco Felici, Andrea Chiavini, Marco Casagrande e Enrico Cassetta ha costretto di misura al terzo posto il Concaverde di Luciano Minelli, Giuseppe Bresciani, Roberto Armani, Ugo Rovetta, Giacomo Galesi e Rachele Amighetti. Nell’immediata scia delle tre formazioni medagliate si sono collocate le squadre di Pisa (522), Marmore (521) e Foligno (519). Se è stata ampiamente meritata la vittoria dei Carabinieri a Conselice, è addirittura folgorante l’affermazione della squadra de La Contea sulle pedane di Cascata delle Marmore (Terni). La formazione di Modica ha affrontato questa sfida ad appena venti giorni dalla scomparsa del nume tutelare del tiravolismo siciliano: Saro Avveduto, e si sa che i forti coinvolgimenti emotivi spesso finiscono per moderare o perfino pregiudicare ogni prestazione agonistica. Invece La Contea è scesa in lizza dedicando la propria partecipazione proprio alla memoria di Saro Avveduto e, in un confronto affollato da trentaquattro compagini, ha fornito una prova magistrale. Coraggiosamente il coach-tiratore Adriano Avveduto ha operato alcuni avvicendamenti importanti rispetto alla formazione schierata a ottobre al Campionato delle Società. Sono quattro su sei, infatti, i nomi nuovi del team. Ma la scelta operata dal selezionatore è perfetta: con i nuovi titolari la formazione si presenta davvero imbattibile e allo stand del Presidente Ferdinando Donati La Contea compone un 412/480 (la gara viene ridotta a tre serie per la forte affluenza) che stacca di dieci gli inseguitori più brillanti. Il Seconda Francesco Pollicino assembla il miglior punteggio dei siciliani: 71/75, Paolo Putano contribuisce con 70 centri, Adriano Avveduto e Carlo Giuseppe Bonaccorsi con 69, Francesco Mozzicato con 68 e Paolo Ciantia con 65. “Molti aspetti agonistici di questa gara - ha detto Adriano Avveduto a proposito della grande prova de La Contea - rappresentano un bilancio ideale di molti anni di lavoro. Dieci lunghezze di distacco tra la prima classificata e la seconda sono un dato davvero non frequente nelle gare intersocietarie delle ultime stagioni e credo di non peccare di presunzione dicendo che, in una gara addirittura ridotta a tre serie, quel dato è indizio di una grande armonia tecnica e agonistica del gruppo. La Contea, che in tre anni e mezzo ha raccolto sei titoli italiani e tre Coppe dei Campioni di Fossa Universale, si è presentata con quattro nuovi titolari rispetto allo scorso autunno, ma oggi sappiamo per certo che la nostra Società può contare su una rosa di 25/30 tiratori di grande talento. È la prova che la possibilità per tutti di accedere alla rappresentativa incentiva la qualità di ognuno dei nostri tesserati.” “Mi piace segnalare un altro aspetto - aggiunge il coach Adriano Avveduto - che in certo modo attiene più alla sfera emotiva che a quella sportiva. Domenica scorsa, quando abbiamo avuto la certezza di aver vinto, mi è venuto in mente che l’ultimo successo di una squadra siciliana all’intersocietario invernale risaliva al 2000. Era l’anno in cui vinse il Tav Vittoria: era la squadra, in cui peraltro militavo anche io da tiratore, guidata da papà Saro. E poiché tutta la Società La Contea ha partecipato alla gara di Cascata delle Marmore dedicando a mio padre prima la partecipazione e poi la vittoria, credo che non ci fosse davvero modo migliore di celebrare un uomo e un dirigente che ha davvero lavorato per la sua intera vita per promuovere il tiro a volo in Sicilia.” Con La Contea sulla sede più alta del podio, sono stati i campani de Le Dune a centrare la conquista del secondo posto. Grazie alle prove di Domenico De Luca, Nicola Mandato, Antonio Ansalone, Giovanni Cantile, Luigi Ferraro e Antimo Angelino la Società casertana ha totalizzato 402 centri e ha preceduto il 399 dei bresciani del trap Pezzaioli: Alessandro Bissolotti, Graziano Borlini, Giovanni Pellicelli, Paolo Gadaldi, Walter Cattaneo e Ivano Mor.

Stampa 
 
 
Gestgare.com
Banner di esempio
linea
  Modulistica

Gare
Tesseramento
Normative campi da tiro
Affiliazione
Contributi
Varia
Media

Rassegna stampa
Rivista Federale
Link

Federazioni
Società
Organi periferici
Scuola dello Sport
Varie
Privacy Disclaimer
Web

Credits
Web Master
Scrivici
Area riservata
Copy  
linea
 
  Sito ufficiale del CONI  Sito ufficiale della Confederazione europea di tiro  Sito del Comitato Paralimpico Italiano  Sito ufficiale della FITASCI  Sito ufficiale della ISSF